Giornata mondiale dell’alimentazione 2016, la FAO si sta muovendo per cambiare le cose anche attraverso un contest sui cambiamenti climatici, aperto a tutti i bambini.

E’ ormai risaputo che i cambiamenti climatici sono in atto nel nostro pianeta, ma con questi anche la nostra sicurezza alimentare, ed è proprio la FAO, lOrganizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura, a porre davanti agli occhi del mondo intero la preoccupante questione.

Contadini, allevatori, pescatori e pastori, che con il loro arduo lavoro provvedono alla nostra quotidiana alimentazione, sono stati i più colpiti dagli sbalzi di temperatura, che hanno causato l’aridità dei campi e una frequenza sempre più alta di disastri climatici.

Allo stesso tempo, la popolazione mondiale aumenterà a dismisura e secondo le statistiche della FAO, il mondo sarà popolato da più di 9,6 miliardi di uomini. Di conseguenza la produzione di cibo dovrà aumentare del 60% per poter soddisfare il fabbisogno del singolo. I sistemi agricoli e alimentari dovranno adeguarsi e questo può avvenire solo se la produzione diventa più sostenibile.

Cosa significa coltivare in modo sostenibile? Significa utilizzare le risorse naturali con la dovuta saggezza, significa ridurre al minimo le perdite di cibo durante la catena di produzione, ovvero, migliorare le fasi del raccolto, dello stoccaggio, dell’imballaggio e del successivo trasporto, significa agire sulle infrastrutture che si occupano di tutte queste attività, per arrivare ad un prodotto finale con basse probabilità di spreco. Significa anche agire sui meccanismi di mercato e sui contesti istituzionali e giuridici.

fao giornata mondiale dell'alimentazione

Proprio per questo motivo lo slogan ufficiale della Giornata mondiale dell’alimentazione 2016 è il seguente: “Il clima sta cambiando. Il cibo e l’agricoltura pure”.

La giornata mondiale dell’alimentazione sarà celebrata proprio a ridosso della prossima Conferenza sul Cambiamento Climatico delle Nazioni Unite (COP 22), che si terrà a Marrakech, in Marocco, dal 7 al 18 novembre 2016.

Per questa importante iniziativa la FAO ha indetto anche un concorso per i più piccoli al quale si può partecipare con poster o video. Forse perché i bambini possono trovare la giusta chiave per vincere una sfida che rischia di aprire un divario insormontabile fra poveri e ricchi, fra Nord e Sud del pianeta.

I bambini di tutto il mondo, tra i 5 e i 19 anni sono invitati a conoscere in maniera più approfondita le tematiche della Giornata Mondiale dell’Alimentazione 2016 e usare la loro fantasia, il loro punto di vista per progettare attraverso le nuove tecnologie o dipingere e disegnare un poster che possa trovare risposta ai problemi climatici che affliggono il nostro pianeta. Il concorso prevede per i più grandi, i ragazzi di età compresa fra i 13 e i 19 anni, anche la realizzazione di un video di non più di 1 minuto da caricare su Youtube con l’hashtag #WFD2016VideoContest. Per partecipare al contest c’è tempo fino al 30 settembre.

Le tematiche proposte dalla Giornata Mondiale dell’alimentazione 2016, sulle quali possono essere prodotti gli elaborati dei ragazzi, sono sette: : le foreste, l’agricoltura, la gestione del bestiame, gli sprechi alimentari, le risorse naturali, la pesca, i sistemi alimentari.

Certamente nella ricerca del messaggio giusto da mandare, del disegno più incisivo da ricreare, bambini e ragazzi possono trarre ispirazione da un particolarissimo Libro di Fiabe. Stiamo parlando del libro illustrato di Lorenzo Terranera. Le tavole dell’illustratore portano il lettore a porsi importanti quesiti “Cosa succederebbe se non ci fossero più alberi da piantare? E se lasciassimo che il nostro pianeta venga distrutto dal cambiamento climatico?”. Utilizzare il linguaggio del disegno, è un format come quello di un libro di favole, può essere non solo molto esemplificativo nei confronti di quelle tematiche che ci appaiono sempre troppo “lontane” o troppo “pesanti”, ma può essere molto più incisivo di mille rapporti europei o internazionali.

fao giornata mondiale dell'alimentazione 3

Illustrazioni di Lorenzo Terranera sul cambiamento climatico

1705 View